Business Manager Facebook, la guida completa

Indice dell'articolo

Fare marketing è una cosa seria e molto complessa, infatti, bisogna gestire tantissimi aspetti e analizzare una montagna di dati, inoltre, è un settore in continua evoluzione, dove non si può mai rimanere fermi.

Fare campagne advertising sui social media è una delle tendenze principali degli ultimi anni, in particolare dopo il Covid, tantissime aziende e professionisti hanno deciso di investire per la propria pubblicità online.

Premesso che non esiste più alcun limite tra online e offline, ma è tutto ormai integrato, in questo articolo andiamo sviluppare un argomento molto importante, cioè come fare pubblicità sui social più importanti: cioè Facebook e Instagram.

In questo caso, se vogliamo iniziare a fare campagne avanzate e professionali dobbiamo usare lo strumento che ci fornisce l’azienda Meta, cioè il Business Manager.

Che cos’è il Business Manager di Facebook

Il Business Manager è uno strumento non visibile dagli utenti che non siano amministratori degli account social, dove noi possiamo trovare tantissimi asset fondamentali per creare, gestire e ottimizzare le proprie pubblicità su Instagram e le sponsorizzate su Facebook.

Si può fare campagne pubblicitarie su questi due social senza usarlo?

La risposta è si, però in quel caso ci affidiamo totalmente all’AI che le gestisce al nostro posto, che io reputo un’ottima macchinetta mangia soldi.

Sotto ogni post, sotto ogni storia o reels puoi trovare il tasto promuovi o sponsorizza (boost post). Procedendo con l’inserzione si può scegliere l’obiettivo della campagna, il target, il budget e poi infine lanciarla.

Si tratta di una procedura semplificata, che può risultare molto semplice ma allo stesso tempo riduce di molto le opzioni disponibili.

Ovviamente parlo dei tuoi soldi, per questo, il mio consiglio è affidarsi ad un consulente di web marketing che ti supporti nella creazione e gestione di campagne professionali.

Usare il Business Manager per fare campagne pubblicitarie a pagamento ci fornisce tanti vantaggi, ecco solo i principali:

  • possibilità di creare e sfruttare il Pixel di Facebook,
  • possibilità di gestire l’e-commerce avanzato e la gestione del carrello,
  • possibilità di creare conversioni e campagne correlate a quelle,
  • gli obiettivi delle campagne passano da 3 a 11,
  • possibilità di creare pubblici personalizzati complessi e pubblici simili (lookalike),
  • ottimizzazione dei copy e dei titoli in base al posizionamento,
  • maggiori dati e insight sulle campagne.

Oltre al massimo controllo e all’efficienza di poter sfruttare tutti gli asset a tua disposizione, il Business manager ti dà anche un livello superiore di sicurezza contro possibili furti o hackeraggi dei tuoi account social.

Come funziona il Business Manager di Facebook

Il Business Manager di Facebook è una piattaforma progettata per aiutare le aziende a gestire e organizzare le proprie attività pubblicitarie e di marketing su Facebook e Instagram.

Ecco come funziona:

  • Creazione di account: le aziende possono creare un account Business Manager collegandosi a business.facebook.com e seguendo le istruzioni per registrarsi.
  • Gestione di pagine e account pubblicitari: una volta registrati, è possibile aggiungere pagine Facebook, account pubblicitari e account Instagram al Business Manager. Questo consente alle aziende di gestire tutti i loro asset digitali da un unico punto.
  • Assegnazione di ruoli: ti consente di assegnare ruoli e autorizzazioni ai membri del team in base alle loro responsabilità. Questo garantisce che ogni membro possa accedere solo alle risorse e alle funzionalità necessarie per svolgere il proprio lavoro.
  • Creazione e gestione di campagne pubblicitarie: attraverso il Business Manager, le aziende possono creare, gestire e monitorare le loro campagne pubblicitarie su Facebook e Instagram. Ciò include la creazione di annunci, il targeting di specifici gruppi demografici, il monitoraggio delle prestazioni degli annunci e l’ottimizzazione delle campagne in corso.
  • Analisi delle prestazioni: ti fornisce strumenti di analisi avanzati che consentono alle aziende di monitorare le prestazioni delle loro campagne pubblicitarie. È possibile visualizzare metriche come il reach, l’engagement, le conversioni e molto altro ancora per valutare l’efficacia delle proprie strategie pubblicitarie.
  • Collaborazione con partner: ti consente alle aziende di collaborare con agenzie pubblicitarie o altri partner esterni, consentendo loro di accedere ai propri account e pagine per gestire le campagne pubblicitarie.

Complessivamente, il Business Manager semplifica e centralizza la gestione delle attività pubblicitarie e di marketing su Facebook e Instagram, consentendo alle aziende di essere più efficienti e strategicamente allineate nei loro sforzi di promozione online.

Scarica l'ebook gratuito su Facebook e Instagram Ads

Differenze tra Business Suite e Business Manager

La Business Suite di Meta semplifica ulteriormente la gestione delle tue attività digitali, in particolare quelle organiche.

Questa piattaforma integrata ti consente di programmare post, stories e reels, visualizzare le statistiche delle pagine, gestire le richieste di messaggi e monitorare le prestazioni delle tue campagne pubblicitarie, tutto da un’unica posizione fruibile anche tramite APP.

Meta Business Suite può essere utilizzata per la gestione dei contenuti e la comunicazione con i clienti, mentre il Business Manager di Meta può essere utilizzato per una gestione più avanzata dell’advertising.

Utilizzando il Business Manager, configurando accuratamente l’account pubblicitario, ottimizzando la pagina e il profilo, implementando il pixel eventi e conversioni e sfruttando la Business Suite, sarai pronto a massimizzare il successo delle tue campagne pubblicitarie su Meta.

Da entrambi gli strumenti c’è possibilità di spostarsi da una piattaforma all’altra con dei link.

Come creare il Business Manager

Probabilmente lo hai già attivo ma non lo sai. Infatti, se hai un account Instagram Business o Creator attivo, allora sicuramente hai già creato il Business Manager senza saperlo.

In questo caso e nel caso tu non ce l’abbia già precostituito la procedura è la stessa:

Accedi usando il PC a Facebook e loggati con il tuo account personale che deve essere amministratore della pagina Facebook in questione.

A questo punto non ti resta che clicca su questo link: business.facebook.com. Se è la prima volta che accedi, potresti dover creare un account Business Manager. Segui le istruzioni per farlo.

Se è già stato creato, perché avevi un account business o creator su Instagram, ti basterà cliccare sul Business Manager corretto.

Come configurare il tuo Business Manager

Partiamo dal capire cosa offre per fare campagne pubblicitarie professionali. Andiamo per ordine quindi, noi possiamo trovare questo tipo di strumenti:

  • account pubblicitario che contiene il gestione inserzioni,
  • pixel,
  • gruppi di pubblico,
  • gestione eventi e conversioni personalizzate,
  • gestore vendite e cataloghi,
  • collegamenti ai vari account Facebook, Instagram, Messenger e Whatsapp Business,
  • sistemi di fatturazione.

Clicca su Impostazioni di business per vedere a sinistra tutto il menu delle singole funzionalità che si suddivide in:

  • Utenti
  • Account
  • Origini dei dati
  • Brand safety e suitability
  • Registrazioni
  • Integrazioni
  • Fatturazione e pagamenti
  • Partnership pubblicitarie
  • Centro per la sicurezza
  • Richieste
  • Notifiche
  • Informazioni business
  • Guida alla configurazione.

Quelle in grassetto sono quelle fondamentali per fare campagne di advertising.

Utenti

In questa sezione devi inserire gli utenti (singole persone) e i partner (agenzie esterne) che gestiscono il business manager e le pubblicità.

La prassi corretta è inserire il titolare dell’azienda e/o gli addetti al marketing interni all’azienda come utenti. Consulenti esterni e agenzie devono essere inseriti come partner.

Business manager Facebook

Alla fine basta andare su Persone e Partner, cliccare il tasto blu un alto a destra per invitare e poi inserire la mail con la quale sono registrate a Facebook.

A loro arriverà una mail con la quale possono attivare la procedura per diventare amministratori dei vari account, a quel punto non ti resta che gestire i ruoli di gestione dei vari asset.

Ruoli utenti del Business Manager

I ruoli che puoi assegnare alle persone nel tuo Business Manager sono due:

  • Accesso dipendente: consiglio di aggiungere le persone come dipendenti, in modo che possano lavorare solo sui account e su strumenti già assegnati.
  • Accesso amministratore: hanno un potere maggiore, perché gli amministratori hanno il pieno controllo dell’azienda, dal creare campagne alla cancellazione del business manager.

Il mio consiglio è quello di fornire lo stretto necessario in fatto di autorizzazioni per evitare fughe di dati sensibili e problemi vari.

Account

A questo punto collega la tua pagina Facebook e il profilo Instagram al Business Manager. Questo ti permette di pubblicare annunci su entrambi social media simultaneamente, ampliando la portata della tua campagna.

Assicurati che i tuoi account social siano completi e ottimizzati con informazioni aziendali accurate.

Quindi, bisogna inserire nel business manager tutti gli account che si vogliono utilizzare nelle ads, cioè:

  • pagina Facebook,
  • account Instagram creator o business,
  • whatsapp Business.

A questo punto è giunto il momento di creare il tuo account pubblicitario e collegarlo ai vari account Facebook e Instagram.

Vai su “Impostazioni” e compila tutte le informazioni necessarie, come il metodo di pagamento e le preferenze di fatturazione.

Assicurati di selezionare il tuo paese e la tua valuta corretti per evitare complicazioni future.

L’account pubblicitario deve essere unico ed essere collegato a tutti gli altri account, in modo da poter realizzare campagne uniche su tutti i posizionamenti possibili.

Ovviamente se abbiamo più siti e più pagine Facebook e più account Instagram, dovremo creare tanti account pubblicitari quanti sono questi asset, in particolare se il target è differente l’uno dall’altro.

Per poterti consigliare, ho bisogno di analizzare in maniera approfondita la tua attività.

Come aggiungere pagine al Business Manager

Per aggiungere una pagina Facebook bisogna essere anche amministratori di quella pagina. Mentre per Instagram basta avere user e password.

Per inserire il numero di Whatsapp Business invece serve inserire un codice che si riceve via messaggio.

Origine dei dati

Il pixel di Facebook è un potente strumento che traccia l’attività degli utenti sul tuo sito web. Configurare il pixel eventi e le conversioni personalizzate è essenziale per misurare l’efficacia delle tue campagne pubblicitarie.

Business manager Facebook

Crea il pixel della sezione Dataset e poi installa il pixel sul tuo sito web e personalizza gli eventi in base agli obiettivi della tua campagna, come acquisti, registrazioni o visualizzazioni di pagina.

In questo modo l’Ai che gestisce le campagne può verificare cosa fanno gli utenti quando navigano nel tuo sito web.

Le conversioni personalizzate possono essere quelle classiche di un sito di lead generation, quindi le thank you page automatiche dopo aver compilato un form contatto, oppure quelle standard di un’ecommerce come aggiunta al carrello, checkout e infine ordine completato.

Sono fondamentali, non puoi non metterle!

Come installare il pixel di Facebook sul proprio sito?

Non serve essere un programmatore. Seleziona Dataset e clicca su Aggiungi. Poi metti il nome del pixel. Inserisci l’URL del tuo sito web

Poi su Continua.

A questo punto, creato il pixel, bisogna integrarlo al codice del tuo sito web.

A questo punto bisogna andare sul sito e la procedura cambia in base al CMS del sito.

Se usi WordPress ci sono tanti plugin che puoi installare per insere il codice. Se usi Woocommerce ti consiglio Facebook for Woocommerce, se hai un sito vetrina classico, ti consiglio Pixel Your Site.

Brand safety e suitability

In questa sezione è importante verificare il dominio del proprio sito, come farlo, dipende dal CMS che stai usando.

Se usi WordPress per il tuo sito web, ti basterà installare un plugin gratuito come Pixel Your Site per inserire sia il pixel che il codice per verificare il dominio.

Un giochetto da ragazzi insomma!

Pubblici personalizzati, simili e look a like

La targettizzazione su Meta Ads è una delle chiavi del successo delle campagne pubblicitarie, permettendo agli advertiser di raggiungere il pubblico giusto al momento giusto.

Vediamo insieme come funziona.

Business manager Facebook

Audience personalizzate: un passo avanti

Le audience personalizzate rappresentano un salto di qualità nella targettizzazione. Queste includono categorie come “Visite al Sito”, “Follower della Pagina”, “Elenco Clienti” e “Visualizzazioni del Video”.

“Visite al Sito” permette di raggiungere coloro che hanno precedentemente visitato il tuo sito web, mentre “Follower della Pagina” ti mette in contatto con chi segue la tua pagina.

L’opzione “Elenco Clienti” permette di caricare un elenco di contatti già in tuo possesso, mentre “Visualizzazioni del Video” raggiunge chi ha interagito con i tuoi video.

Queste audience offrono una maggiore specificità e sono ideali per campagne mirate.

Lookalike: estendere il raggio d’azione

Le Lookalike audience ampliano il tuo pubblico basandosi su una audience personalizzata esistente. Meta Ads utilizza algoritmi per identificare utenti con caratteristiche simili a quelli della tua audience di riferimento.

Questo permette di estendere il raggio d’azione mantenendo al contempo la rilevanza. Le Lookalike sono particolarmente efficaci per raggiungere nuovi utenti interessati ai tuoi prodotti o servizi.

Pubblici salvati

Prima di lanciare una campagna è sempre bene ragionare su un pubblico adeguato. Si può a questo punto utilizzare la funziona del pubblico salvato, andando a segmentare per area geografica, sesso, età e anche per interesse.

In questo modo possiamo comprendere quanti utenti sono in linea con il nostro target e quindi valutare a monte che budget investire.

E’ importante per capire il funzionamento di questo strumento anche distinguere tra pubblico broad e pubblico caldo.

Pubblico broad: il punto di partenza

Iniziamo con il concetto di pubblico broad. Questa è un’opzione di targettizzazione che consente di raggiungere una vasta gamma di utenti in base a criteri demografici generici.

E’ importante segmentare sfruttando le potenzialità dell’AI e creando copy e grafiche molto dettagliate.

Pubblico caldo e freddo: la differenza cruciale

La distinzione tra pubblico caldo e freddo è fondamentale per la strategia pubblicitaria. Il pubblico caldo comprende utenti che hanno già interagito con il tuo brand, come visitatori del sito o follower della pagina.

D’altra parte, il pubblico freddo è costituito da utenti che non hanno ancora avuto contatti con il tuo brand.

Gestore vendite del Business Manager

Il Gestore Vendite del Business Manager è uno strumento fornito da Facebook che consente di collegare in modo automatico il proprio ecommerce alla pagina Facebook e all’account Instagram creando automaticamente il Facebook Shop e l’Instagram Shopping.

Questo è fondamentale per poter fare sponsorizzate con i prodotti. Questi cataloghi possono poi essere utilizzati per creare annunci dinamici e tag prodotto su Facebook e Instagram.

Si possono creare manualmente i cataloghi di prodotti all’interno del Business Manager, che contengono informazioni sui tuoi prodotti, come immagini, descrizioni e prezzi.

La soluzione ottimale è crearli in modo automatico, così appena inseriamo un prodotto sull’ecommerce, appare direttamente anche sui social.

Se usiamo Woocommerce ti consiglio ti installare Facebook for Woocommerce.

Fatturazione e metodi di pagamento

Si può pagare con paypal, bonifico bancario e con carta di credito e debito. La fatturazione verrà rilasciata dalla filiale di Facebook in Irlanda.

Ricordiamoci di inserire:

  • Ragione Sociale della tua attività,
  • Indirizzo completo,
  • Partita Iva.

Informazioni business

In questo campo è importante inserire la ragione sociale della tua azienda, eventualmente verificarla e inserire l’autenticazione a due fattori per accedere al business manager.

Oltre ovviamente all’indirizzo email dove ricevere le comunicazione importanti da Facebook relative al tuo account business.

Questa guida è giunta al termine. Spero di essere stato chiaro ed esaustivo, se non l’hai ancora fatto ti consiglio di scaricare l’ebook gratuito su Facebook e Instagram Advertising.

Nel frattempo se vuoi una consulenza gratuita per sistemare il tuo business manager, contattami!

Richiedi una consulenza gratuita

Se lo trovi utile, condividilo con tutti

Ti piace leggere?

Altri articoli scelti per te