Dal social al metaverso, cosa succederà nei prossimi anni

Indice dell'articolo

Negli ultimi mesi del 2021 Mark Zuckerberg ha lanciato una vera e propria bomba nel mondo digitale: metaverse. Ma che cos’è esattamente? E perché rivoluzionerà le nostre vite?

Possiamo definire il metaverso come una nuova frontiera dove connettività e comunicazione daranno vita a nuove forme di relazioni umane.

In pratica sarà uno spazio immersivo, tridimensionale e accessibile a tutti tramite connessione internet e visori, e consentirà un’esperienza totalizzante, che farà nascere nuove forme di interazioni tra gli esseri umani.

Possiamo vederlo come un’evoluzione naturale dei social, quasi una fusione tra questi media e la realtà virtuale. Già da anni i social stanno promuovendo contenuti sempre più immersivi come reels, video verticali e stories.

Di sicuro c’è che il metaverso sarà una rivoluzione epocale per noi e avrà tutte le caratteristiche del web primitivo: continuo, aperto a tutti gli utenti, sincrono e vivo.

Un mondo parallelo a quello reale che scorre quotidianamente e che diventerà un’esperienza unica con un’economia e delle consuetudini tutte sue.

Cosa succederà nel metaverso

Ognuno di noi avrà un avatar e grazie a visori immersivi si relazionerà con altre persone in aree differenti da dove sarà fisicamente.

Sarà fondamentale per la sua realizzazione un’infrastruttura di rete potente, che permetterà connessioni sempre più veloci. La sfida che abbiamo di fronte sarà quella di realizzare un Meta aperto a tutti e di tutti e non proprietà di una singola azienda come Facebook.

Tutte le persone poi potranno arricchire il proprio avatar con prodotti, accessori e vestiti virtuali esattamente come acquistiamo prodotti, accessori o vestiti reali. Già oggi alcuni giochi come Fortnite lo permettono e alcune aziende hanno iniziato a creare questo tipo di prodotti virtuali per avatar.

Forse uno dei pionieri del Meta è stato Second Life, lanciato nel lontano 2003 (si fa per dire!) come spazio immersivo accessibile tramite pc e connessione internet e in cui era possibile replicare alcune attività del mondo offline all’interno della realtà virtuale.

Questa strada è stata percorsa e spianata da molti videogiochi, uno fra tutti Fortnite appunto.

In soldoni il metaverso è un possibile sviluppo ancora più immersivo del mondo social. Già da alcuni anni i social si stanno spostando sempre più verso la realizzazione e fruizione di contenuti immersivi e interattivi che tengono gli utenti incollati agli schermi.

La vita nel metaverso

Entriamo un momento in questo mondo virtuale, ognuno di noi rimanendo dentro alla propria casa potrà viaggiare, incontrare persone, vedere spettacoli, acquistare prodotti virtuali e fare business.

La direzione quindi sembra tracciata, il meta metterà al centro non più la persona, ma il suo avatar, che sarà probabilmente un’evoluzione dei nostri profili social.

La strada è segnata e sembra puntare verso il successo del metaverso, anche se non ne abbiamo certezze. Tante volte la portata rivoluzionaria di alcune novità è stata ingigantita, ad esempio secondo alcuni l’Hoverboard doveva rivoluzionare il mondo dei trasporti, nella realtà è stato un prodotto effimero.

Questo significa che il regno dei social media sta per finire? E i siti web? E il marketing che fine farà?

Cosa ci riserverà il futuro?

E’ difficile oggi sapere cosa funzionerà tra 5 o 10 anni nel mondo della comunicazione e del marketing. In questo settore le rivoluzioni sono all’ordine del giorno e a volte è dura rimanere al passo con il cambiamento.

Sicuramente i trend dei prossimi anni vedranno la crescita inarrestabile di Tik Tok che diventerà probabilmente il social più utilizzato al mondo.

Entro 5 anni probabilmente ognuno di noi avrà un Avatar all’interno del metaverso, ma il marketing non finirà perché si basa sui nostri bisogni e sulle relazioni.

Il marketing cambierà e si evolverà, usciranno nuove piattaforme di advertising e avremo nuovi spazi da colonizzare. Sicuramente tutto sarà più veloce, più fluido e più integrato che mai.

Social media, siti web, realtà virtuale, motori di ricerca, email, smartphone esisteranno ancora, ma saranno integrati e interconnessi tra loro a tal punto che probabilmente non avranno confini precisi.

La mia opinione è che bisognerà puntare su questi tre aspetti:

  • Prodotto/servizio,
  • Brand personale,
  • Strategia.

Migliorare continuamente prodotti e servizi è fondamentale, come puntare sulle proprie competenze. Il brand personale o aziendale sarà sempre più determinante, perché le relazioni sociali non finiranno mai.

La strategia invece avrà un compito durissimo: anticipare cambiamenti sempre più repentini. Grazie per la lettura!

Vuoi migliorare la tua presenza online? Contattami per una consulenza gratuita!

Richiedi una consulenza gratuita

Se lo trovi utile, condividilo con tutti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti piace leggere?

Altri articoli scelti per te