Che cos’è e come si ottiene il posizionamento sui motori di ricerca

Indice dell'articolo

Con posizionamento sui motori di ricerca (SEO) intendiamo tutte quelle tecniche gratuite volte al fine di aumentare la visibilità di un sito internet migliorandone la posizione sui motori di ricerca (Google, Bing, Yandex…) su determinate parole chiave utili per promuovere i propri prodotti o servizi.

Quasi il 90% delle ricerche vengono effettuate su Google – Google Immagini – Youtube. Quando digitiamo una qualsiasi parola chiave si aprono pagine di risultati, alcuni a pagamento, ma la maggior parte organici cioè gratuiti.

Per essere nei primi posti a pagamento puoi leggere questo mio articolo su come funziona Google Ads.

I risultati organici sono ordinati dal motore di ricerca a seconda della pertinenza che l’algoritmo di Google decide, volta per volta, ricerca dopo ricerca. Quello di Google è un vero e proprio servizio volto a collegare le ricerche degli utenti e il loro bisogno di avere risposte, con i contenuti trovati sul web più adatti alle loro ricerche ed esigenze.

Naturalmente non è un gioco da ragazzi essere nelle prime posizioni di Google. L’algoritmo è complesso, sempre in evoluzione e valuta qualcosa come 200 fattori. Molti di questi sconosciuti anche ai più esperti.

Conoscendo come funziona un motore di ricerca e il suo algoritmo, è possibile adottare dei metodi per far salire un sito di posizione, parola chiave dopo parola chiave.

Scarica l'ebook gratis

Perché è importante essere nelle prime posizione di Google?

Ogni sito per promuovere il proprio business deve essere posizionato sui motori di ricerca con le parole chiave importanti. Essere in seconda, terza pagina o in posizioni peggiori significa praticamente non esistere.

Nelle ricerche da mobile poi la quantità di risultati organici in prima pagina cala drasticamente, quindi diventa sempre più difficile posizionare il proprio sito.

Tutte le statistiche e gli studi ci dicono che se abbiamo un sito che non compare entro le prime 2 pagine per le parole chiave di nostro interesse (inerenti ai nostri prodotti e servizi) equivale pressappoco a non averlo proprio. E sempre più ricerche vengono effettuate da mobile.

Come si posiziona il proprio sito in prima posizione su Google

E’ un lavoro continuo e lungo. Che non termina mai. E’ un processo quindi che deve coinvolgere un professionista aggiornato e con esperienza.

Sfatiamo però un mito, non si posiziona un sito nei primi posti, si posizionano determinate pagine o articoli su determinate query di ricerca. Posizionare un sito su Google è una frase tecnicamente inesatta.

Inoltre deve essere un lavoro di equipe tra l’azienda e il professionista. I primi conoscono il settore e i prodotti, il secondo sa come promuoverli sui motori di ricerca. Questi sono i primi passi che bisogna intraprendere:

  1. Struttura: il sito deve avere un dominio corretto e un buon hosting e deve essere stato creato con un cms valido e aggiornato.
  2. Architettura: il sito deve essere snello, veloce, semplice da navigare, avere url parlanti. Deve essere pensato per l’utente.
  3. Contenuti: non devono mai mancare in un sito i contenuti utili pensati per l’utente, freschi ed esaustivi. Il sito deve continuamente essere aggiornato.
  4. Link Building: un sito di valore ha tanti siti che parlano di lui, come un’azienda di valore ha tante realtà che la citano. Con la link building si aumenta il valore del proprio sito.
  5. Finalizzato: deve essere pensato per l’utente per migliorare la sua vita e soddisfare i bisogni che cerca su Google. Un sito bello non serve, bisogna creare un sito utile per l’utente.

Richiedi una consulenza gratuita

Se lo trovi utile, condividilo con tutti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti piace leggere?

Altri articoli scelti per te