Su quale social media è meglio investire

Indice dell'articolo

Quella dei social media è una vera e propria rivoluzione. Molte aziende lo hanno capito e stanno spostando i loro budget di comunicazione e marketing dall’offline all’online.

Con “Social media” si fa riferimento a tutti quei mezzi di comunicazione che rendono possibile creazione, condivisione e scambio di contenuti generati dagli utenti attraverso l’uso di piattaforme web-based.

Andreas Kaplan e Michael Haenlein hanno definito i social media come un gruppo di applicazione web basate sui presupposti ideologici e tecnologici del Web 2.0, che consentono la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti.

I social media hanno rivoluzionato il mondo?

La risposta è si! Vediamo perché:

  • nei media sociali tutti i soggetti (utenti, clienti, aziende, influencer) sono al medesimo livello,
  • le aziende non hanno più potere né controllo sui contenuti prodotti dagli utenti, ma costituiscono un nodo di una rete più ampia,
  • modalità di comunicazione: da un messaggio unilaterale «one to many» a un messaggio multidirezionale “many to many”,
  • si è passati dal monologo al dialogo tra utenti, media e aziende,
  • sono sparite le gerarchie e tutto è estremamente più veloce,
  • da comunicazione verticale si è passati ad una comunicazione orizzontale.

Oggi tutti possono creare dei meme di comunicazione dirompenti e virali e l’accessibilità di Internet ha reso la comunicazione a portata di tutti: democratizzazione dei media.

Allo stesso tempo questa rivoluzione ha creato tanti aspetti negativi come ad esempio:

  • informazioni personali non più controllate dall’utente,
  • pressione sociale per gara dei like (vanity metrics!)
  • nuove forme di dipendenza digitale.

Quanti social media esistono?

E’ difficile avere il numero esatto. Secondo le ultime statistiche sono oltre 300, ma è difficilissimo monitorarli, perché nascono e muoiono nel battito di ali di una Effimera.

Alcuni sono veramente di nicchia, altri fortemente geolocalizzati.

Bisogna valutare su quali ha senso investire per azioni di marketing. L’errore più grande è essere presente in tutti!

Come scegliere i social giusti per un’azienda

Ogni azienda ha poco budget, poche competenze, poco tempo da investire e tanta fame di risultati. Bisogna quindi valutare attentamente dove investire tempo e risorse, soprattutto in un’ottica di medio e lungo periodo.

Mai seguire la moda! Lo abbiamo visto per Snapchat, Clubhouse e tanti altri. Social esplosi e subito morti.

Il primo passo è chiedere ai propri clienti quale social stanno usando per lavoro e per passatempo. Naturalmente in questi social si deve poter fare pubblicità, se no non ha senso perderci tempo e risorse se le visualizzazioni non si possono acquistare.

Il mio consiglio è che uno solo non basta, bisogna creare un funnel di comunicazione integrata, magari usando contemporaneamente gli strumenti di marketing che fornisce Google, il proprio sito web e i social che utilizza il tuo target.

Non esiste una ricetta semplice e valida per tutti, il segreto è chiedere ai propri clienti e poi testare.

Ha senso fare marketing nei social?

Assolutamente si! Per tutti questi motivi:

  • Estrema profilazione degli utenti,
  • Velocità dello strumento,
  • Pervasività del mezzo,
  • Misurazione delle performance.

I social media raccolgono quantità di dati incredibili ogni giorno su di noi, i nostri comportamenti e i nostri desideri. Per noi utenti i social sono gratuiti, perché noi siamo il loro prodotto che rivendono alle aziende.

Negli ultimi 5 anni la concorrenza online è aumentata a dismisura, quindi oggi è obbligatorio fare campagne a pagamento, dette volgarmente sponsorizzate.

Per le aziende i social media sono diventati dei veri e propri paid media e la reach organica (gratuita) dei post non basta più!

Advertising e retargeting ci servono per realizzare dei funnel e rimanere nella mente dei tuoi clienti. Insomma in parole povere creatività, storytelling e contenuti servono sempre, ma bisogna anche farli girare.

Ricordiamoci sempre che è più importante a il raggiungimento dell’obiettivo che il mezzo. Dobbiamo solo scegliere il mezzo giusto perché «il fine giustifica i mezzi» (Machiavelli).

Se vuoi una consulenza gratuita per valutare la tua presenza online sui social, compila il form che trovi qui sotto. Grazie per la lettura.

Richiedi una consulenza gratuita

Se lo trovi utile, condividilo con tutti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti piace leggere?

Altri articoli scelti per te