Youtube Marketing, consigli, strategie e best practice

Indice dell'articolo

Il 14 febbraio 2005 fu caricato il primo video su Youtube. In quel video, della durata di 18 secondi, uno dei fondatori del social parlava mentre passeggiava in uno zoo.

Da allora Youtube ha fatto tantissima strada, ed è diventata la TV del mondo. I dati di oggi sono strabilianti:

  • 2 miliardi di utenti attivi al mese,
  • Un miliardo di ore viste al giorno,
  • Ogni minuto caricati 300 ore su youtube,
  • 50% visualizzazioni da mobile.

Perché fare marketing su Youtube

Da quando si è staccata dal fallimentare Google Plus è diventata veramente la Tv del mondo dove si può trovare dall’informazione, ai video musicali, ai video di gaming, fino ai tutorial e alle recensioni.

Ma lo dobbiamo scegliere per la nostra attività soprattutto perché:

  • E’ il secondo motore di ricerca al mondo dopo Google,
  • E’ il sito con la permanenza media più alta,
  • E’ il secondo social per utenti attivi dopo Facebook,
  • In Italia Youtube supera Facebook per utenti attivi,
  • In Italia è il 5 canale TV per audience!

Perché non dobbiamo fare marketing su Youtube

Ma non è tutto oro quello che luccica. Non è obbligatorio investire e dedicarsi a questo social media. Anche perché, lo sappiamo bene, è veramente dura ottenere risultati nel marketing, soprattutto all’inizio.

Insomma bisogna valutare bene su quale social è meglio investire. E capire anche i contro:

  • fare video è difficile rispetto alle foto o agli articoli,
  • la crescita del canale è lenta e faticosa,
  • la monetizzazione ha paletti all’ingresso alti.

Youtube Vs Netflix

Youtube è sia un concorrente di Facebook che di Netflix che di Wikipedia. Per questo definirlo un social media è riduttivo. Infatti grazie all’enorme numero di Creators (creatori di contenuti digitali detti anche Youtuber) ha un potenziale enorme grazie alle Smart TV.

Facciamo un ragionamento terra terra e mettiamo a confronto Youtube a Netflix. Quest’ultimo spenderà nel 2019 qualcosa come 19 miliardi di euro per fare film, serie tv ecc.

Youtube invece ha milioni di creatori di contenuti digitali che ogni minuto caricano ore di video gratuitamente sperando di avere un piccolo ritorno economico in termini di visualizzazioni.

Una bella differenza!

Best practice per far decollare il tuo account YouTube

  • Crea un canale informativo con video lunghi su Youtube,
  • Personalizza il tuo canale YouTube e i tuoi video con grafiche belle e pulite,
  • Studia il tuo pubblico e pubblica contenuti che li aiutino nella vita di tutti i giorni,
  • Studia i canali YouTube dei tuoi competitor senza copiarli però,
  • Carica regolarmente i tuoi video perché la costanza premia sempre,
  • Inserisci delle Call to Action nei tuoi video YouTube,
  • Non trascurare la SEO dei tuoi video,
  • Scrivi titoli accattivanti e descrizioni esaustive pensando al tuo pubblico,
  • Crea playlist e condividi negli altri account social i tuoi video,
  • Metti in piedi collaborazioni con altri youtuber,

Strategie di Youtube Marketing

Non trascurare mai la qualità, crea sempre contenuti di valore, questo è l’unico vero segreto!

Un altro aspetto importantissimo è quello di metterci la faccia, cioè diventare il volto del proprio business. YouTube è una community fatta di persone reali che vogliono ascoltare ed interagire con altre persone reali.

Il legame con la tua azienda o con il tuo brand si rafforza molto di più se il pubblico vi può associare un volto, meglio se quello più rappresentativo dell’intera organizzazione.

Questa mossa può cambiare profondamente le dinamiche di interazione, che passano dal guardare il video di un’azienda al costruire una relazione con un essere umano. Puntare all’instaurare relazioni interpersonali diventa quindi una strategia a lungo termine che può far acquisire alla tua azienda tanti clienti.

Se vuoi una consulenza gratuita per valutare la realizzazione di un canale su Youtube, compila il form che trovi qui sotto. Grazie per la lettura.

Richiedi una consulenza gratuita

Se lo trovi utile, condividilo con tutti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti piace leggere?

Altri articoli scelti per te